10 attività di team building per creare una super squadra

10 attività di team building per creare una super squadra

È chiaro che il team building è un ottimo strumento per ottenere una squadra affiatata e capace di lavorare in sinergia (e se non lo sai vuol dire che ti sei perso il nostro precedente post “Perché il team building può migliorare la tua rete di vendita”) ma perché la cosa funzioni è fondamentale saper scegliere le giuste attività!

Quali sono le caratteristiche della perfetta esperienza di team building?

  • Essere pensata in funzione di obiettivi specifici
  • Essere organizzata e gestita da professionisti
  • Prevedere alla fine dell’esperienza una fase di confronto (debriefing)

Ma soprattutto: Avere la capacità di coinvolgere e divertire i partecipanti

Ecco quindi le 10 attività più coinvolgenti che abbiamo selezionato per te!

Indoor Team Building

Chi l’ha detto che per fare squadra bisogna per forza tuffarsi da una cascata o scalare una montagna? Anche senza andare lontani dalla propria sede è possibile coinvolgere i dipendenti in momenti formativi divertenti ed originali!

LEGO® SERIOUSPLAY®

Chi non ha mai giocato con i Lego? Si tratta di uno di quei giocattoli che hanno accompagnato l’infanzia di tutti i bambini e le bambine del mondo! Avresti mai pensato che attraverso le costruzioni si potesse fare team building?

Lego® Serious Play® è una vera e propria metodologia che prevede l’uso dei mattoncini colorati per stimolare la creatività, la collaborazione e la capacità di risolvere problemi o sfide in gruppo. Se vuoi scoprire qualcosa di più puoi visitare il sito ufficiale del progetto.

Pro: È divertente, stimola la creatività ed è alla portata di tutti.

Contro: È un metodo di lavoro e in quanto tale, se non ci si affida ad un facilitatore esperto, c’è il rischio di sfruttarne solo parzialmente le potenzialità.

Dove: Ovunque, bastano tavoli ampi, buoni spazi e ambienti luminosi.

Quando: In ogni periodo dell’anno, perfetta per stimolare l’attitudine al problem solving

Team Building in Cucina

Per noi italiani il rapporto con il cibo è qualcosa di insito nel nostro DNA e la cucina può essere una perfetta palestra per creare o cementare le relazioni tra i membri del tuo gruppo.

Nei migliori ristoranti dietro alla preparazione di ogni piatto c’è il lavoro di squadra dell’intera brigata di cucina: perché tutto sia perfetto ogni singolo membro deve fare la sua parte al meglio e in perfetta armonia con gli altri! Le esperienze di team building in cucina si stanno diffondendo su tutto il territorio italiano e l’offerta è sempre più varia: dai mini corsi di cucina mediterranea, agli incontri con i grandi Chef stellati, fino alla simulazione delle dinamiche di una vera e propria brigata! In Italia Teambuilding Experience offre un intero catalogo dedicato a questo tipo di attività!

Pro: Flessibilità e adattabilità della proposta che può durare da un paio d’ore fino a un’intera giornata. È divertente, utile  e coinvolgente.

Contro: Non a tutti piace cucinare e sporcarsi le mani con gli ingredienti crudi.

Dove: L’ideale è svolgere l’attività presso scuole di cucina, ristoranti o sale attrezzate ma, a seconda delle necessità si può organizzare anche nella sede aziendale.

Quando: Sempre, come momento di aggregazione o come momento di decompressione da periodi particolarmente stressanti! Ovviamente il risultato migliore lo si ottiene usando ingredienti e ricette di stagione.

 

Bartending Team building

Un buon cocktail è il mix perfetto di più ingredienti che, una volta messi assieme, danno un gusto unico e piacevole. Perché questo accada bisogna però rispettare dosi, ricette e procedure: una perfetta metafora di ciò che un team deve fare quotidianamente sul lavoro!

bartending team building

Inventarsi un nuovo cocktail e prepararlo per tutti i partecipanti può essere un modo divertente di fare team building. La creazione della ricetta richiede capacità di ricerca, confronto e una buona attuazione: si shakera, si mixa, si assaggia e si prepara, il tutto con precisione e velocità! E alla fine, dopo aver affrontato una severa giuria… si brinda tutti assieme!

Pro: Stimola la creatività grazie agli abbinamenti di colori e gusti diversi. Si crea facilmente un clima informale.

Contro: L’alcol è tentatore e non bisogna esagerare, pena il fallimento dell’attività.

Dove: Ovunque, bastano dei tavoli, l’attrezzatura da bartender e gli ingredienti.

Quando: Nessun limite stagionale, valido strumento per velocizzare la creazione di legami tra membri di team nuovi.

Teatro d’improvvisazione

Il teatro d’improvvisazione ha poche regole e, soprattutto, non necessita di tecniche di recitazione complesse: si tratta di un’attività recitativa alla portata di tutti, che permette di liberarsi da schemi mentali, dogmi ed imposizioni.

Per questo tipo di attività non è necessario avere un palco e quindi può essere condotta ovunque; infine la capacità di improvvisare, di seguire il momento e la situazione può essere un’arma vincente anche per chi si occupa di vendite e di comunicazione.

Pro: È divertente e coinvolgente, aiuta a rompere gli schemi e può fornire spunti e tecniche utili a chi lavora a contatto con il pubblico o  con i clienti.

Contro: Per alcune persone la timidezza può essere un ostacolo insormontabile e questo può ridurre l’efficacia.

Dove: Recitare su un palco è un’esperienza unica ma il bello del teatro d’improvvisazione è che si può fare ovunque, anche sul luogo di lavoro.

Quando: Essendo un’attività di indoor team building, si può sfruttare ogni momento.

Escape Room

Trova le chiavi nascoste dal serial killer, scappa dal terribile boia della prigione o ferma il lancio di missili nucleari… tu e la tua squadra avete un’ora di tempo per risolvere quiz, enigmi ed indovinelli e vincere la partita.

Si tratta di una delle mode del momento ma può essere usata come ottimo strumento di team building per mettere alla prova la capacità di lavorare sotto stress dei tuoi collaboratori e la loro elasticità mentale.

Pro: Estremamente divertente e stimolante, ogni “partita” ha vari livelli di difficoltà e di stress e ciò la rende un’esperienza modulabile a seconda delle problematiche da affrontare.

Contro: Si gioca in strutture dedicate che, di solito, ospitano squadre composte da al massimo 6/10 persone.

Dove: In apposite strutture ricavate da dimore storiche, vecchie case o strutture industriali dismesse.

Quando: In ogni momento dell’anno, magari in concomitanza con il lancio di una gara tra squadre di venditori.

 

Outdoor Team building:

Se vuoi rompere la routine e la quotidianità portando il tuo gruppo fuori dalle mura dell’ufficio o dell’azienda allora il team building outdoor è la soluzione che fa per voi: location o attività particolari possono tirare fuori lati nascosti o talenti inaspettati delle persone, l’importante è scegliere qualcosa che sia alla portata di tutti i membri della tua squadra. Non dimenticare che una sfida deve essere stimolante, non frustrante!

Automotive:

Pilotare un’auto di grossa cilindrata o sfidare i colleghi in una gara di velocità con i go-kart sono attività che possono aiutare i membri del tuo team ad imparare a gestire stress, forti emozioni e competizione.

Se la tua necessità è di creare affiatamento nella tua squadra allora niente è meglio di un pit-stop simulato: tutto deve essere fatto con precisione e velocità, ognuno ha un suo ruolo che, per quanto piccolo possa essere è d’importanza vitale per la riuscita dell’operazione… Esattamente come nella quotidianità aziendale.

Se preferisci sabbia e fango al cemento allora la guida off-road può essere una valida alternativa: affrontare un percorso con pendenze estreme, guadi e tratti impervi di strada richiede concentrazione, nervi d’acciaio, e una forte intesa tra pilota e navigatore.

Pro: Esperienza coinvolgente e molto “d’impatto” che farà sentire i partecipanti al centro di qualcosa di unico.

Contro: Potrebbe non coinvolgere in maniera uguale uomini e donne dato che, generalmente gli sport motoristici sono  più amati dal pubblico maschile.

Dove: Una delle location più affascinanti per questo tipo di esperienze è sicuramente il Red Bull Ring nel circuito dello Spielberg in Austria (https://www.projekt-spielberg.com/en/b2b/teambuilding) ma in molti autodromi Italiani si organizzano esperienze simili.

Quando: Primavera e autunno i periodi migliori, l’Estate è da evitare viste le alte temperature.

 

Rafting e attività fluviali

Un gommone a 8 posti, un timoniere esperto e paesaggi naturali sono gli ingredienti per uno dei grandi classici tra le attività di Outdoor Team Building.

Affrontare le correnti, i dislivelli e le rapide di un torrente o di un fiume richiedono coordinazione, capacità di lavorare assieme e un buon clima a bordo dell’imbarcazione: si tratta di un’esperienza formativa in grado di offrire ai partecipanti il giusto mix di divertimento, adrenalina e senso dell’avventura.

Pro: Attività dinamica e avventurosa, porta i partecipanti a collaborare attivamente per affrontare una situazione di  “rischio” (in realtà estremamente controllato), si svolge in ambienti naturali.

Contro: Sconsigliata a chi ha paura dell’acqua o non sa nuotare (anche se è obbligatorio usare il giubetto di galleggiamento)

Dove: In Italia abbiamo la fortuna di avere una delle 5 migliori location in tutta Europa per il rafting: il fiume Noce, nella splendida cornice della Val di Sole!

Quando: Tarda primavera ed estate sono i periodi migliori dell’anno.

Se i membri del tuo team non amano particolarmente le attività ad alto tasso di adrenalina ma non vuoi rinunciare all’ambiente acquatico puoi sempre provare la Cardboard Boat: i partecipanti sono chiamati a costruire la loro imbarcazione con cartone, scotch, colla e tanta fantasia. Una volta varata la barca di cartone le squadre costruttrici si possono sfidare…con la speranza che tutti i costruttori riescano a raggiungere il traguardo asciutti! Uniche avvertenze: dotare tutti di giubbotti di galleggiamento, scegliere uno specchio d’acqua tranquillo, senza gorghi o correnti (un fiume, un laghetto o una piscina) e ricordarsi di rimuovere tutti i detriti prodotti dal gioco!

Orienteering

Una cartina, una bussola, scarpe da trekking, una serie di punti da raggiungere (le cosiddette lanterne) e si parte! L’orienteering è un’attività di team building coinvolgente e stimolante da fare in piccoli gruppi!

geocaching

Leggere una mappa e scegliere la giusta direzione può essere una sfida non facile da affrontare, soprattutto se il cronometro scorre e il tuo gruppo non è abituato a muoversi su terreni impervi; la durata dell’esperienza è variabile e va da mezza giornata fino ad un giorno o addirittura un weekend intero.

Pro: Attività dinamica, permette di mettere a frutto differenti capacità (orientamento, capacità decisionale, spirito di squadra)

Contro: Richiede un minimo di forma fisica, in caso di maltempo la piacevolezza dell’esperienza si riduce sensibilmente, è una forma di team building praticata ormai da tempo.

Dove: Possibilmente in ambienti naturali o aree protette, ma si può fare anche in parchi e aree urbanizzate.

Quando: Primavera ed Autunno sono le stagioni più indicate, in Inverno può essere divertente provare la versione su “ciaspole” (ma sensibilmente più faticoso)

Esistono anche le varianti “urbane” sotto forma di cacce al tesoro o cacce fotografiche dove alla competizione si unisce l’arricchimento culturale attraverso l’esplorazione della propria città o di alcune dei luoghi d’arte più famosi!

Caccia al Tartufo

Natura, attività fisica ed enogastronomia, cosa potresti chiedere di più?

Si tratta di una tipologia di Team building innovativa che vede i i partecipanti divisi in piccole squadre guidate da dei cacciatori di tartufi esperti: una breve spiegazione di cosa sia questo cibo così prezioso e di come si debba raccoglierlo e via all’inseguimento delle piste odorose che i cani addestrati seguono!

Risultati immagini per Truffle Hunter

Alla fine della ricerca (che può durare mezza giornata o un giorno interno) la squadra che avrà trovato il tartufo più pregiato sarà la vincitrice! Per arricchire e movimentare l’esperienza i vari team potranno affrontare anche prove di degustazione, cultura locale e gastronomia; in questo modo non basta essere veloci e fortunati ma è necessario affinare tutte le doti dei partecipanti per ottenere la vittoria. E alla fine, tutti attorno ad un tavolo ad assaggiare il frutto della fatica fatta assieme!

Pro: Fisicamente meno impegnativa dell’Orienteering e più “imprevedibile” nei risultati, unisce dinamicità, gusto  e sensorialità.

Contro: Il tartufo ha un gusto e un profumo molto particolari che potrebbero non piacere a tutti. Inoltre si tratta di un prodotto molto costoso e, di conseguenza, l’esperienza potrebbe sforare il budget.

Dove: Dove farlo? In Piemonte ovviamente!

Quando: Attività legata alla stagionalità del prodotto (settembre/dicembre)

Rugby team building

Se lo scopo della tua attività è creare il giusto spirito di squadra, non c’è sport migliore del rugby! Imparare a muoversi come una cosa sola, affrontare la pressione degli avversari in mischia, coordinare l’azione con i compagni per vincere sono ottime metafore di quanto accade ogni giorno sul lavoro!

team building rugby

L’allenamento, la tattica, il valorizzare le capacità di ogni singolo giocatore sono ingredienti che, se ben mixati, possono regalare una giornata divertente, motivante e formativa. L’importante è affidarsi a professionisti, seguire le regole del gioco e…non scordarsi del cosiddetto “terzo tempo”, ovvero la fase di festeggiamento e socialità a fine partita!

Pro: Strumento potentissimo per sperimentare il senso di appartenenza alla squadra,

Contro: La fama di sport rude potrebbe spaventare molti, di sicuro non è adatto a chi ha paura di sporcarsi e non ama il contatto fisico.

Dove: Impianti sportivi e campi da rugby sono le strutture più indicate, ma possono andare bene anche prati e spiagge.

Quando: Il vero rugbista non teme neve, pioggia e fango ma, certamente i periodi migliori sono primavera ed estate.

 

E a proposito di terzo tempo e festeggiamento… se vi state chiedendo come facciamo team building noi di Sellf, la risposta è mangiando e bevendo in compagnia! 😉

 

BusinessTrial