5 consigli per velocizzare il tuo processo di vendita

5 consigli per velocizzare il tuo processo di vendita
Velocizzare processo di vendita

Riuscire a creare un ciclo di vendita super rapido è, probabilmente, il sogno di ogni venditore: trattative più veloci significano minor tempo sprecato e, di conseguenza,maggiori possibilità di trovare nuovi clienti potenziali e di seguire meglio quelli già acquisiti. Ma come fare per ottimizzare al massimo la tua pipeline e spingere al massimo le tue opportunità?

Il segreto sta nel qualificare al meglio ogni lead che ottieni, concentrandosi sui bisogni reali del tuo prospect, sul suo ruolo in azienda e sulla sua reale volontà di chiudere il contratto; per aiutarti a delineare la miglior strategia che ti aiuti ad ottimizzare il tuo processo di vendita, abbiamo pensato a questi 5 consigli per le tue trattative.

1) L’informazione è potere…ma non va sprecata!

Maggiori sono le informazioni che possiedi sulla persona che stai per incontrare, maggiori sono le opportunità di condurre al meglio la tua trattativa: nome, cognome o e-mail sono un ottimo punto di partenza ma se riesci ad integrare questi dati con altri dettagli, il quadro della situazione sarà più completo e ti permetterà di definire meglio la tua strategia.

Anche quando si riescono ad ottenere i giusti input dai nostri clienti, spesso questi non vengono annotati o gestiti correttamente, correndo il rischio di vanificare tutti gli sforzi fatti fino a quel punto e di sprecare ottime occasioni. La soluzione? Utilizzare un buon CRM per memorizzare tutte le notizie acquisite e, soprattutto, trasformare in abitudine l’inserimento delle informazioni nel sistema: avere un buon software non basta, è indispensabile creare un vero e proprio metodo di lavoro basato sul tuo programma per il Customer Relationship Management!

2) Assicurati di parlare con la persona giusta in azienda

Si tratta di un concetto che avrai sentito ripetere più volte ma non per questo è meno vero o importante. Uno degli errori più comuni del commerciale alle prime armi è quello di partire immediatamente a “recitare” la solita presentazione nella speranza di convincere il potenziale contatto a comprare:niente di più sbagliato!  Il primo passo invece è capire chi è il nostro interlocutore e, soprattutto, se veramente ha la possibilità di firmarci un contratto e in caso di risposta negativa, nessun problema, cerca semplicemente di farti presentare a chi può farlo.

3) Scopri i peggiori incubi del tuo cliente

Parlare di incubi è un po’ esagerato ma di sicuro la chiave del successo della trattativa non si nasconde all’interno del tuo prodotto ma nella possibilità che ciò che vendi risolva i problemi del tuo prospect! Dedica molto tempo nell’ascoltare con attenzione ciò che ti viene detto, cerca di scoprire quali sono gli obiettivi che l’azienda sta cercando di raggiungere, quali sono le difficoltà che il tuo contatto sta riscontrando e fai tesoro di quelle informazioni. Impara a fare le giuste domande durante il colloquio, concentrandoti su cos’è veramente importante per lui: in questa fase l’importante è ascoltare, la vendita viene dopo!

4) Non voler vendere a tutti i costi

Ci sono sales team che vengono motivati a chiudere una vendita sempre e comunque, a prescindere dai reali bisogni del cliente ma, sei sicuro che voler portare a termine una trattativa a qualunque costo sia sempre una strategia vincente?

Chi ha più esperienza nel mondo commerciale lo sa: si tratta di un modo di lavorare che può andare bene solo per le vendite “mordi e fuggi” (e ormai nemmeno per quelle) ma che è dannoso e pericoloso quando  si cerca di creare un rapporto duraturo con la propria clientela. Forzare un’affare vendendo qualcosa che non serve può portare solo problemi e i problemi finiranno per crearti rallentamenti e perdite di tempo che finiranno per rallentare pericolosamente la tua linea di vendita.

Nel caso in cui il tuo prodotto non soddisfi buona parte del problema del tuo interlocutore o che per farlo sia necessario dedicare una mole extra di lavoro, lascia perdere e dedicati al prossimo contatto nella tua lista. Così facendo otterrai due benefici:

a) il prospect apprezzerà la tua onestà e, verosimilmente, alla prossima occasione sarà ben predisposto nel riceverti dal momento che non ti sei approfittato e hai saputo consigliarlo al meglio.

b) la tua reputazione migliorerà (il passaparola è un’arma potentissima) e potrebbero aprirsi nuove opportunità.

5) Scopri qual è il livello di motivazione del tuo cliente

Il fattore tempo è fondamentale, soprattutto quando abbiamo obiettivi e scadenze da rispettare ma se per noi vendere è una necessità, non è detto che comprare lo sia per il nostro interlocutore. Per questo è bene che il venditore tenga monitorate con le giuste domande la motivazione e l’urgenza del potenziale acquirente, in modo da incasellare nella giusta prospettiva le tempistiche che lo separano dalla firma del contatto e da aver ben chiaro se , eventualmente, il cliente ha la volontà di comprare ma non il budget a disposizione!

 

Se sfrutterai al meglio questi 5 consigli non solo riuscirai a vendere di più, ma potrai gestire al meglio il tuo tempo, ottimizzando la tua linea di vendita, riducendo lo stress e aumentando la soddisfazione!